Finalmente, dopo un inverno lunghissimo e piovoso, siamo prossimi alle vacanze!

Le scuole stanno chiudendo, i nostri figli frequentano i campus o i luoghi di svago: ormai ci siamo, l’estate è alle porte.

Saranno delle bellissime vacanze, e per chi avrà la possibilità di andare al mare o in montagna, ecco alcuni semplici consigli e la “cassetta del primo soccorso” da portare insieme alle infradito, alla crema solare e ai libri che leggeremo sotto l’ombrellone.

L’idea mi è stata data dai partecipanti ai corsi di primo soccorso pediatrico che spesso chiedono cosa mettere nella valigia, quando si parte per le vacanze.

Ecco quindi una brevissima guida e l’elenco delle medicine da avere sempre con noi.

 cassetta_farmaci

 Ferite

Le ferite si curano sempre nello stesso modo. Si lavano con acqua corrente, si detergono poi con l’acqua ossigenata e dopo averla rimossa con garze sterili, si disinfettano con Iodopovidone (Betadine). Al termine  si ricopre tutto con garze sterili e benda elastica.

Quando la ferita è piccolina, possono essere molto utili i cerottini Steril Strip che avvicinando i margini, garantiscono un’ottima guarigione della ferita.

 

 Traumi

Sempre e subito il  ghiaccio secco avvolto – mi raccomando – in un fazzoletto di cotone.

Il ghiaccio riduce il dolore, rallenta l’insorgenza dell’ematoma (livido) e rallenta l’infiammazione secondaria.

Bende elastiche, nelle distorsioni. Mettere a riposo l’arto è la cosa da fare per prima e spesso anche l’unica. Quindi braccio al collo, stampelle e bendaggio di caviglia, di solito risolvono il problema.

 

Ustioni

Per piccole ustioni sino al secondo grado (bollicine) che non interessano la faccia, le dita, le articolazioni e i genitali, detergere con acqua per qualche minuto, applicare Sulfadiazina argentica micronizzato (Soffargen) e ricoprire con garza sterile. In tutti gli altri casi bisogna farsi vedere!

 

Febbre

Tachipirina e Ibuprofene, sono i farmaci da avere sempre con noi (insieme al termometro, ovviamente).

Il primo lo useremo se la febbre è associata a dolori muscolari o cefalea, l’Ibuprofene invece lo preferiremo in caso di infiammazioni associate (ad esempio faringiti, tonsilliti e bronchiti).

 

Vomito e dissenteria

Per prima cosa lasciate che l’organismo si liberi delle sostanze tossiche che hanno dato i disturbi (uno o due episodi di vomito o dissenteria non hanno mai ucciso nessuno e, anzi, aiutano ad allontanare i germi che sostengono l’infezione).

Dopodiché:

Per il vomito Metoclopramide (Plasil) da preferire per via intramuscolare (iniezione), perché vomitando è difficile riuscire ad assimilare il farmaco dato in compresse.

Per i bambini è da preferire il Domperidone 30 mg in supposte.

Per la dissenteria Loperamide compresse, una pastiglia ogni scarica, max 5 pastiglie al giorno (tre nei bambini).

Mi raccomando, attenzione alla disidratazione (utile Idravita o simili) e usate i fermenti Lactobacillus GG e Saccaromyces Boulardii, la cui efficacia è comprovata scientificamente.

 

Allergie

I vostri figli sono allergici? Avete familiarità con allergie? SE la risposta è si, allora portate con voi delle compressine di Betametasone (Bentelan) orosolubili da dare non appena compaiano i sintomi di un’allergia.

Ricordate comunque che ovunque sarete potrete in ogni momento chiamare il 118 per avere tutto l’aiuto che vi serve, dal consiglio all’invio dei soccorsi.

Alla fine dell’estate tornerete a casa con tutti i farmaci inutilizzati e direte con un sorriso: “che belle vacanze, per fortuna non mi son servite!