Da qualche tempo si aggirano nel web dei personaggi loschissimi. Sono vegani e sono autoironici. E sono gli autori della prima web serie comica totalmente cruelty free che affronta il tema della scelta vegana.

Io ho avuto l’occasione e il piacere di intervistarli. La serie racconta le vicende familiari e affettive del protagonista, Claudio, un ragazzo di 25 anni che si trova a dover giustificare a tutti la sua scelta di non mangiare carne, pesce e di evitare qualsiasi prodotto di origine animale.
Lo scopo della serie è quella di alleggerire il clima intorno a questo tema (vegano vs carnivoro) troppo spesso caricato di pregiudizi e di tensioni. Affrontare un argomento con il sorriso spesso aiuta a comprendere meglio e a far conoscere un mondo diverso.
Se vi incuriosiscono li potete seguire nel loro canale YouTube, dove viene raccolta la loro serie: ogni puntata è indipendente e slegata dalle altre, anche se in tutte è presente Claudio, il protagonista (e la sua scelta veg da far digerire ad amici e parenti).

Dunque come vi dicevo li ho intervistati. Ecco com’è andata.

  • La prima domanda, d’obbligo, sulle origini. Da cosa nasce il vostro progetto?

Andrea: Il progetto nasce sul set di una web serie che si chiama Stone Face, dove ci siamo conosciuti io e Claudio. Tutti e due eravamo vegetariani/vegani ed è stato automatico quindi voler unire questo al mondo del web. Inizialmente doveva essere un gioco, video veloci e girati più per divertimento, con il pensiero di dire “se va bene bene, se va male pazienza”. Poi, scrivendo le puntate, ci siamo resi conto che c’è tanto da raccontare e così abbiamo deciso di mettere in piedi tutta la struttura che ancora si sta formando.
Claudio: Esatto. Proprio durante le riprese di Stone Face io, Andrea e gli altri ragazzi ci prendevamo spesso in giro tra vegano e non, da lì nascevano piccoli sketch, battute, giochi di parole e luoghi comuni. Un bel giorno abbiamo deciso di costruire qualcosa di più grande e articolato, qualcosa che raccontasse una storia col sorriso.

  • In uno dei vostri video si parla tra le altre cose di “dare la notizia” a parenti e amici. E voi? Quand’è che avete fatto outing sul fatto che eravate vegani?


Andrea: Non ricordo quando ho dovuto dare la notizia. Né da vegetariano né da vegano. I miei genitori sono molto comprensivi da questo punto di vista. Forse la difficoltà maggiore è stato spiegarlo ai nonni. Credo che ancora non abbiano capito benissimo di cosa parlo. Gli amici invece hanno reagito in modo naturale, ovvero smontandomi in ogni modo possibile; in amicizia spesso è più una questione di rapporti, e io avrei fatto (faccio) lo stesso con loro in situazioni analoghe.
Claudio: Preciso che io sono ANCORA vegetariano… La mia famiglia è particolare, il primo a fare outing fu mio padre circa 15 anni fa, lo hanno seguito mio fratello e mia madre rispettivamente 3 e 2 anni fa. Sono stato cresciuto con il rispetto e l’amore per gli animali fin da bambino (alle elementari liberai gli insetti dal laboratorio di scienze), non ho dovuto quindi fare outing, essendo io l’ultimo vegetariano in famiglia. Conto di fare il salto vegano entro la fine dell’anno.

  • Mi date una mano a spiegare a un carnivoro che la vita del vegano non è poi così triste?

Andrea: Tutt’altro che triste, è proprio quello che vogliamo raccontare con la serie, cioè che siamo persone normali.
Claudio: Cosa c’è di triste nell’evitare di essere responsabili della sofferenza di milioni di animali uccisi? Essere veg è bellissimo e dà un sacco di soddisfazioni (per non parlare del divertimento tra fornelli tra mille sperimentazioni culinarie)

  • Come mai, e in che modo, possiamo decidere di sostenervi (anche con donazioni)?

Andrea: Le donazioni sono chiuse ora e stiamo preparando le riprese. Per il momento potete aiutarci seguendoci sulle nostre pagine, condividendo come se non ci fosse un domani!
Claudio: Infatti potete seguirci su Facebook e anche su Twitter e condividere ogni nostro contenuto! Potete invitarci o proporci a conferenze, feste, festival, cene, gangbang, battaglie e gare di scacchi (scherzo ovviamente… A scacchi non so giocare).

  • Qual è il vostro motto?

(Su questa domanda le risposte di Andrea e Claudio sono unanimi)
Andrea&Claudio: Da poco è nato Tutto il resto è soia ed è piaciuto molto, ma sicuramente la cosa che ci contraddistingue è che siamo la prima serie completamente vegan, da cui 100% cruelty free series.

  • Ok, ragazzi, una buona notizia, l’intervista è quasi alla fine. Mi sono dimenticata di chiedervi qualcosa?

Andrea: Sì, specifichiamo meglio i contatti. Principalmente utilizziamo la pagina Facebook, gestita da tutti e due. E il canale YouTube.
Claudio: Sì: “dove prendi le proteine?”

  • Un’ultima domanda: ma è vero che ad essere vegani si conclude di più con le donne?


Andrea: Devo essere sincero? Io non è che ci abbia concluso chissà poi quanto, però è vero che per chi non conosce questa realtà è qualcosa che incuriosisce, quindi, se vogliamo, o meglio se si è bravi (e qui forse non è il mio caso), si può sfruttare positivamente la cosa. Sia chiaro, è ambivalente il discorso, vale anche per le donne!
Claudio: Andrea dice che lui non conclude perché è fidanzato, però è stato lui stesso a dirmi questa cosa, quindi è inutile che fa tanto il puritano!

Grazie ragazzi, il mio cuore da gattara fa il tifo per voi.