Non so voi, ma tutte le volte che vado a mangiare al ristorante cerco di immaginarmi tutto quello che accade nel dietro le quinte. Forse suggestionata dai vari Masterchef, il Boss delle Torte e dai film dedicati all’argomento (vedi “Chef”, uno dei miei preferiti), mi sono sempre immaginata la cucina di un ristorante d’alto livello come un regno governato con il pugno di ferro dal capo Chef di turno, dove ogni sua parola è legge e ogni infrazione alla regola si traduce in grida belluine e piatti lanciati dalla finestra.

Per fortuna, non tutti sono come Gordon Ramsay. Anzi, Roberto Conti, Executive Chef del Il Ristorante Trussardi alla Scala, non potrebbe essere più diverso: giovane, simpatico, giocherellone, carismatico e dotato di tanto talento, Roberto, già parte dello staff del Il Ristorante Trussardi alla Scala da ben sei anni, è riuscito a distinguersi e a ottenere la tanto agognata nomina a Executive Chef. Un ruolo che sembra cucito addosso a Chef Conti, che di gavetta ne ha fatta tanta. E che gavetta: da Maurizio Bosotti e Pietro Leemann, da Andrea Berton a Luigi Taglienti, un curriculum di tutto rispetto che suscita non poca ammirazione.

Eppure, scordatevi la legge marziale che si pensa regni in cucina, Chef Conti è per il lavoro di squadra, un team composto di giovani talenti che vengono messi in condizione di esprimere tutte le loro qualità e creatività a tutto vantaggio dei tanti clienti che ogni giorno raggiungo il Ristorante, aperto sia a pranzo sia a cena.
Me lo rivela la stessa Giulia, la mano e mente creativa dietro tutte le goloserie che escono dalla cucina: “Lo Chef non ama i dolci, perciò mi lascia libera di sperimentare e creare ciò che più mi piace”.

Proprio Giulia è stata la mia mentore durante le breve (e, vi giuro, nemmeno troppo disastrosa) esperienza da cuoca del Il Ristorante Trussardi alla Scala. Obiettivo del giorno preparare una tarte tatin scomposta con mele caramellate e gelato alla pasta sfoglia.

Un tripudio di sapori a contrasto per palati sopraffini: superbo il gelato alla pasta sfoglia e completamente inaspettata la sua controparta alla liquirizia, usata invece come contorno per l’antipasto di capesante arrostite, finocchio in crema e crudo, gelatina di anice.

Antipasto di capesante, finocchio e liquirizia all’olio #trussardi ? #trussardiallascala #foodie #cookingclass @chef_conti more on ? martina.ghiri

Una foto pubblicata da Martina Ghiringhelli (@martyghiri) in data:

Mentre io e Veronica di Closette ci davamo dentro con il dolce, le nostre compagne di cooking class si cimentavano nelle attività più disparate: chi disossava un’anatra, chi preparava maionese alle ostriche, chi scopriva i piaceri del finger lime, detto anche caviale di limone, ogni coppia responsabile di uno dei piatti che andranno a comporre il menù primaverile del Ristorante da una stella Michelin.

roberto-conti-trussardi-01

marti-trussardi-ristorante

cooking-class-trussardi-alla-scala

finger-lime

Ecco le prelibatezze che andranno a comporre il menù di questa stagione:

Capesante, finocchio e liquirizia all’olio Trussardi
(capesante arrostite, finocchio in crema e crudo, gelatina di anice e gelato alla liquirizia)

capesante-trussardi-scala

Risotto, asparagi bianchi, maionese d’ostrica e caviale Trussardi
(risotto mantecato al parmigiano, maionese d’ostrica, finger lime, caviale, polvere di nero di seppia e asparagi bianchi cotti e crudi)

risotto-trussardi-caviale

Anatra, polenta morbida e croccante, tartufo nero e salsa civet
(anatra arrostita, polenta morbida e croccante, tartufo nero, salsa civet al cioccolato)

anatra-trussardi-alla-scala

Tarte Tarte tatin: mela e gelato alla pasta sfoglia
(tarte tatin scomposta con mele caramellate e gelato alla pasta sfoglia)

Una proposta gastronomica innovativa improntata alla semplice comprensione dei sapori e attenta alla scelta delle materie prime, in cui tradizione e sperimentazione dialogano costantemente grazie agli abbinamenti sorprendenti e mai azzardati. Ogni piatto è una celebrazione dell’italianità e della ricerca della qualità, grazie all’utilizzo di materie prime d’eccellenza e tecniche innovative.

Un motivo in più per andare ad assaggiarli, no? 😉

Il Ristorante Trussardi Alla Scala
Piazza della Scala 5
20121 Milano
Tel. +39 02 80688201
ristorante@trussardiallascala.com