L’argomento è scabroso, decisamente poco bon ton, quindi difficile da trattare, ma le domande sono: quanto tempo trascorriamo fuori casa?

Risposta: molto. E ancora: quante volte ci capita di dover utilizzare un bagno non nostro? Risposta: spesso. Ergo: necessita una rifrescatina di buone maniere anche alla toilette, giusto qualche regoletta di base.

 

TOC-TOC

Quando ci si appropinqua verso un qualsiasi gabinetto, sarebbe buona norma far risuonare le nocchette delle nostre mani su quella diffusa superficie legnosa che prende il nome di porta. Non sempre, infatti, i lucchetti dei servizi pubblici sono così efficienti da tutelare il fruitore della microstanzetta da certe impetuose “entrate in scena” di chi spalanca qualsiasi porta precipitevolissimevolmente. Se siete i tapini utilizzatori di un gabinetto dalla chiusura inadeguata, e sentite avvicinarsi qualcuno, evitate i fischi in stile marmotta di vedetta, virate piuttosto su un sommesso attacco di tosse, ugualmente efficace, ma molto più bon ton.

 

OCCHIO ALLA MIRA

E’ una raccomandazione valida non soltanto per gli ometti (ai quali ricordo che sarebbe buona norma alzare la tavoletta del wc, prima di cimentarsi nel “tiro a segno”), ma anche a signore e signorine che capita devastino letteralmente il mezzo metro a loro circostante, nel tentativo di mantenersi in un precario equilibrio per evitare il temibilissimo appoggio: armatevi con santa pazienza e di una sufficiente dose di carta igienica per poter pulire adeguatamente e lasciare anche agli altri un bagno in condizioni decenti.

 

NIENTE SCHERZI

Nell’affrettarsi ad entrare nella toilette, a volte non si ha davvero il tempo di rendersi conto se lo spazio sia munito dei necessari “10 piani di morbidezza”. Se è toccato a voi l’utilizzo dell’ultimo piano, procurate di avvisare chi di dovere o, la volta successiva, la sorte potrebbe scegliere voi per una tremenda vendetta.

 

deodoranti spray

 

QUALCOSA DI CUI TACERE

Certi contesti, si sa, non profumano di violetta, eppure ho sempre pensato che certi spray aromatizzati a volte peggiorino la situazione. Evitate, dunque. Piuttosto affrettatevi nell’utilizzo dello scarico d’acqua in tempi record (più eventuale, necessario scopino) o sarà come proclamare urbi et orbi ciò che, indubbiamente, preferireste tacere.

 

stretta di mano

 

UNA MANO AL MONDO

Ovvero, signori e signore: laviamoci le mani, sempre! Non ne siete usi? Pensate per un attimo all’inquietante idea di stringere la mano a qualcuno che abbia appena incontrato un proprio effluvio corporale: orrore!!!

 

W-CHI?

Stampatevi nella mente che solo Fonzie aveva il permesso di utilizzare il bagno in luogo di “ufficio”. Per tutti i comuni mortali, dotati o meno di giubbotto di pelle, la toilette non dovrebbe essere (troppo) luogo di gossippate a tutto volume, anche perché non si sa mai chi potrebbe celarsi dietro quella porta…