Nell’Anatolia meridionale, in un’area di circa 3.200 ettari situata nei pressi di Gaziantep, potrebbe sorgere la prima metropoli urbana alimentata usando le bucce dei pistacchi.

La Turchia si prepara dunque a veder realizzata la sua prima greencity, in cui gli edifici della pubblica amministrazione potranno essere riscaldati utilizzando proprio il prodotto locale che costituisce la principale fonte di guadagno della regione. Infatti il pistacchio, uno dei frutti secchi più richiesti del pianeta per le sue proprietà curative (sono ricchi di vitamina A, B1, B2, B3, B5, B6 C, ferro, potassio, rame e fosforo) e per la sua versatilità, potrebbe entrare a far parte di un progetto molto interessante e innovativo.

Questa idea a dir poco geniale è venuta alla società d’ingegneria francese Burgeap, che ha pensato di sfruttare l’alto potere calorico del guscio di questo piccolo e gustoso frutto, pari a 19,26 MJ per Kg, e produrre così energia pulita, utile a riscaldare durante la stagione invernale e a rinfrescare decine di edifici pubblici nella stagione estiva. Ma perché proprio il pistacchio? Beh, perché Gaziantep è la terza città produttrice al mondo della varietà che prende il nome di Antep, appunto.

gaziantep-turchia-green-city

Parlando del progetto, l’energy manager della Gaziantep Metropolitan Municipality, Aysegul Tekerekoglu, ha rivelato che la nuova città non si limiterebbe a sfruttare il lavoro delle centrali a biomasse, ma sarebbe in grado di impiegare diversi sistemi di risparmio energetico, come i tetti verdi (vi ricordate? Ve ne avevo parlato qua), l’energia solare, ottenuta dotando gli edifici di pannelli fotovoltaici, e la raccolta delle acque piovane.

La fattibilità di tale impresa è ancora al vaglio delle autorità, ma nell’attesa a Gaziantep è già stata avviata una prima fase di sperimentazione che ha visto la costruzione di una serie di bioarchitetture ad alta efficienza: è il caso del Greenbuilding che, proprio per le sue caratteristiche strutturali, ha ottenuto un importante attestato dall’unico istituito in grado di rilasciare una certificazione ecologica riconosciuta a livello globale, il Passive House Institute.

Se dovesse essere approvato, questo bellissimo progetto, che dovrebbe concludersi in tempi relativamente brevi (si è parlato di 5 anni), porterà alla nascita di una smart city che diventerà un vero e proprio modello le altre città. Che dire… incrociamo le dita!

  • pistacchi-al-posto-gas-turchia
  • gaziantep-turchia-green-city
  • progetto-smart-city.turchia
  • smart-city-turchia-gaziantep
  • turchia-gaziantep-pistacchi
  • turchia-pistacchi-calore
  • centro-ricerca-turchia-green-city
  • gaziantep-turchia-green-city
  • gaziantep-turchia-pistacchi
  • pistacchi-turchia

Credits photo: Tgcom24