Si parla spesso di alimenti, marche e cosa dare da mangiare ai nostri amici pelosi, ma si tende un po’ a trascurare il dovecomequando.

DOVE: ovvero la “sala da pranzo” dei gatti
I gatti, lo sappiamo, amano la tranquillità e il silenzio. A maggior ragione quando c’è da mangiare. Scegliete dunque di posizionare la ciotolina del cibo e dell’acqua in un luogo della casa tranquillo, lontano e separato dalla zona giochi, e soprattutto dalla zona “lettiera” (del resto, voi mangereste mai nel vostro bagno?). Se la zona prescelta ha la possibilità di essere sopraelevata (ad esempio un panchettino, un tavolino, un angolo sul vostro ripiano della cucina) ancora meglio. I gatti si sentiranno più al sicuro e gradiranno moltissimo.
Se avete un giardino o un terrazzo evitate di somministrargli i pasti in questi luoghi. Il cibo si deteriora facilmente ed è preda di mosche, insetti e intemperie.

COME: ovvero le ciotole
Tutte le ciotole sono uguali? Oppure esistono delle ciotole preferite dai nostri gatti?
Cominciamo con il dire che i gatti sono un po’ schizzinosi. Quindi qualsiasi ciotola abbiate scelto per loro dovrà essere PULITA ogni qualvolta gli proponiate un nuovo pasto. Inoltre è consigliabile pensare a due ciotole diverse, una per l’acqua e una per il cibo.
La ciotola ideale dovrebbe essere larga e avere i bordi bassi (in quando il gatto non ama piegare i suoi baffi per dover mangiare). Dovrebbe anche essere dotata di materiale antiscivolo in modo che non si sposti a ogni leccata.
Ci sono alcuni gatti che mostrano preferenza per una ciotola in particolare (un po’ come noi abbiamo la nostra tazza preferita dove ci piace coccolarci bevendo tè o caffè) e quindi perché non assecondarli?

QUANDO
Mentre il cane mangia 1-2 volte al giorno, i gatti amano fare piccoli pasti frequenti. Lasciategli quindi sempre a disposizione il cibo (ad esempio tramite un dispenser di croccantini) e, su richiesta, apritegli il cibo “fresco” (scatolette).

A questo punto non ci resta che augurare buon appetito ai nostre quattrozampe!