A Torino sono nati quasi in contemporanea ben due cat cafè, il Miagola Cafè che si trova in via Giovanni Amendola (dalla stazione raggiungibile a piedi) e il Neko Cafè in via Napione.

Una gattara che si rispetti non poteva certo farseli scappare. E, naturalmente, li ho visitati tutti e due. Oggi parleremo del Miagola Cafè, che ho visitato per primo e che, sinceramente è il mio preferito.
La cosa che ti colpisce di più entrando in questo locale è l’attenzione per i dettagli: i segnaposto miciosi, l’arredo curatissimo, il gomitolo di lana lasciato per terra, il pianoforte, la musica classica in sottofondo. E poi loro, i padroni della casa, i gatti. All’interno del Miagola Cafè sono ospitati 6 stupendi mici, che provengono da gattili e associazioni diverse, comunque sia da situazioni non facilissime. I loro nomi? Barney, Magda, Mia, Sissi, Romeo e Fred.

tavolo-miagola-cafe
Appena entrata sono stata accolta dalla proprietaria che, molto gentilmente, mi ha spiegato la storia di come è nato questo locale. Dalla sua passione per i felini, certo, ma non solo. Il suo obiettivo era quello di creare un ambiente di condivisione e un luogo in cui l’amore per i felini potesse far incontrare le persone e, perché no, magari anche incentivare altre adozioni. Infatti nel locale è posizionato un maxischermo che, in maniera molto discreta (non c’è l’audio), trasmette immagini di animali abbandonati in cerca di adozione.
Il locale si snoda su più piani: al piano terreno, luminosissimo, con vista sulla strada pedonale, si trovano i tavolini, tante cucce per i pelosi e la cucina (divisa ma tutta a vetri, come piace a me, in modo che si possa vedere al suo interno). Al piano superiore un piano tutto dedicato ai felini, con cucce, giochini e lettiere. Le pareti del secondo piano sono tappezzate di disegni, immagini, foto, messaggi che i visitatori del miagola cafè hanno deciso di lasciare.

Infatti all’interno del locale si trova una cassetta delle lettere, old style. Ognuno dei sei mici ha la sua cassetta. Chiunque può lasciare un messaggio o una lettera a ciascuno di loro. Come vi dicevo, il valore aggiunto di questo locale lo fanno i gatti e la sensibilità e creatività della proprietaria, che ha trovato questo oggetto in un mercatino delle pulci e ha deciso di metterlo nel suo locale.

arredamento-mobili-miagola-cafe
E infine passiamo al cibo: buonissimo. Io sono stata sia per il brunch sia per la cena. Per il brunch mi hanno portato dei taglieri misti, dolci e salati. E’ possibile ordinare anche cose assolutamente veg e i prezzi sono contenuti. Hanno anche delle miscele di tè e tisane, ognuna dedicata ad uno dei loro gatti.

Che dire, io mi sono innamorata di questo posto. Se siete a Torino è obbligatorio andarci e anche se non siete a Torino io fossi in voi penserei di farci una capatina. 🙂

Nel prossimo post vi raccontiamo il Neko Cafè. State Tuned amiche gattare.

Foto di Francesco Giovannini