La notte di Capodanno è una festa per tutti, un momento gioioso per dare il benvenuto al nuovo anno… o almeno così dovrebbe essere. In realtà, stime recenti parlano di circa 5mila animali che potrebbero morire a causa dei botti spesso sparati durante questa notte: soprattutto i più deboli, i cardiopatici, gli anziani, e quelli lasciati all’aperto.

Per non parlare di tutti quelli che, spaventati e disorientati, scapperanno da giardini e recinti e si perderanno.

Per tutti questi motivi è nata questa nuova campagna per dire No ai botti ed è stata organizzata dalla mia Associazione (gli Amici di Chicco, che ormai conoscerete) e Petme, la prima community italiana dove trovare il pet sitter ideale per il proprio animale in 1 click, in collaborazione anche con il quotidiano La Nazione di Firenze.

In pratica, noi vorremmo iniziare questo 2016 con un botto di baci, gli unici botti che ci piacciono. Anche perché i baci valgono più di mille parole e i nostri amici pelosi meritano solo attenzioni e amore. E poi chi l’ha detto che per divertirsi bisogno per forza sparare i botti?

Se anche voi la pensate così potete inviarci le vostre petselfie mentre baciate il vostro peloso (per quanto mi riguarda ogni scusa è buona per sbaciucchiare i miei mici). La foto più bella sarà pubblicata il 4 gennaio sul quotidiano online de La Nazione.

L’hashtag da utilizzare, su Facebook e su Instagram è #menobottipiùbaciotti.

meno botti più baciotti

Se visitate le pagine degli Amici di Chicco e di Petme scoprirete tutti i dettagli e maggiori informazioni sull’iniziativa.

Dai che vi aspettiamo.

E Buon Anno a tutti!