Rinunciare all’auto alla vigilia delle vacanze è pura utopia. Siamo tutti pronti alla partenza o speriamo di poter partire.

Il costo della benzina sta cominciando a salire, come ogni estate.

Cosa possiamo fare? Utilizziamo la nostra automobile in maniera il più possibile sostenibile, ottenendo sia un risparmio per la natura, sia un risparmio economico.

Una mobilità attenta all’ambiente non si ottiene solo utilizzando biciclette e mezzi pubblici. È possibile contribuire ad abbattere le emissioni anche migliorando lo stile di guida. Anche per questo sono nati Eltis, il portale per la mobilità urbana e Ecodrive, un programma europeo volto alla promozione di una guida consapevole. Una nuova cultura di guida che guarda a sicurezza, ambiente, risparmio economico e utilizzo delle tecnologie.

Ecodrive propone un decalogo che racconta come ogni automobilista può adottare un comportamento sensibile con semplici mosse; potremmo cominciare a far pratica proprio nei nostri prossimi viaggi estivi.

Ecco i dieci punti fondamentali: sembra complicato, ma non lo è.

1 – Cambiate marcia il prima possibile: il motore è più efficiente e si riducono i consumi almeno del 6-7%.

2 – Mantenete una velocità costante. Accelerando si consuma (ovvio), ma una parte di questa energia viene, poi, sprecata frenando. L’andatura costante riduce i consumi di circa il 10%.

3 – Andate piano: guidare a 110 km/h invece che a 130 significa diminuire i consumi del 10-15%.

4 – Rispettate i limiti di velocità. Viaggiare a 110 km/h invece che a 130 (considerando un percorso di 150 Km) significa ritardare l’arrivo di soli 12 minuti ottenendo il già citato risparmio. Se state andando in vacanza avete davvero davvero davvero bisogno di arrivare un’ora prima?

5 – Fate attenzione al peso dell’auto. Un carico di 100 kg su un veicolo di classe media di 1.500 kg di peso, genera un aumento dei consumi del 6-7%.

6 – Anticipate i flussi di traffico. Limitare l’uso dei freni porta un consistente risparmio.

7 – Decelerate con fluidità. Rilasciare l’acceleratore per tempo, mantenendo la marcia inserita, contribuisce a ridurre i consumi.

8 – Spegnete sempre il motore quando siete fermi (passaggi a livello, attendendo sotto casa degli amici, etc…).

9 – Tenete presente l’aerodinamica. Portapacchi, portasci e antenne fuori misura possono ridurre l’aerodinamicità del veicolo, incrementando il consumo.

10 – Non esagerate con gli optional. Sistemi di condizionamento e grandi impianti di amplificazione aumentano parecchio i consumi. Raffreddare l’abitacolo di 8 gradi quando la temperatura esterna è superiore a 25 gradi aumenta il consumo del 16-20%.

Per chi volesse saperne di più, visitate il sito della Commissione Europea e quello del Consorzio Train – per la ricerca e lo sviluppo di tecnologie per il trasporto innovativo.