Ci sono le maglie di tutti gli azzurri, anche quelle di Sirigu e Marchisio (i miei preferiti di sabato sera), all’asta con su Charity Stars con l’iniziativa Celebriamo la maglia a favore del progetto Io tifo Amazzonia del WWF.

Obiettivo? Sostenere la Living Amazon Initiative del WWF, la iniziativa globale per la salvaguardia del polmone verde del pianeta.

La foresta Amazzonica è estesa per poco meno di 7 milioni di chilometri quadrati in nove Paesi del Sud America, tra i quali il Brasile.

Oltre a essere un’area fondamentale per la nostra vita (immagazzinando CO2 è indispensabile per mantenere il clima globale) è un luogo dove è custodito un immenso patrimonio di biodiversità e una grande diversità culturale e socio?economica, compresa quella delle comunità indigene in isolamento volontario.

Da anni è messa a rischio a causa del disboscamento selvaggio per l’utilizzo delle sue risorse per trasformare il bosco in area agricola e di pascolo.
La sua salvezza è un obiettivo comune, di tutti noi, per questo proprio in occasione dei Mondiali brasiliani il WWF attira la nostra attenzione.

Dopo aver dedicato alla grande foresta sudamericana la Giornata delle Oasi, il 18 maggio, ha lanciato l’iniziativa #IoTifoAmazzonia, progettando con Cruciani la Green Edition del braccialetto WWF dedicata all’Amazzonia e, con l’apertura del Campionato del Mondo, ha aperto anche l’asta delle 24 maglie dei giocatori della nazionale autografate in collaborazione con FIGC e Puma.

MagliaSirigu

Questo è ciò che si prefigge la Living Amazon Initiative del WWF che lavora da ben 40 anni a favore dell’Amazzonia.

Proteggere il complicato e prezioso sistema di acque dolci intervenendo affinché le infrastrutture idrologiche, e in particolare le dighe, adottino criteri di sostenibilità e rispettino le caratteristiche ecologiche del territorio e i diritti delle comunità locali.

Combattere la deforestazione puntando all’ambizioso obiettivo di “zero deforestazione netta”.
Aumentare la superficie protetta coinvolgendo in questa missione le comunità locali e le popolazioni indigene.

Questo è quello che il WWF è già riuscito a fare, in anni di impegno.

Sono protetti in Brasile, attraverso il sistema ARPA, ben 40 milioni di ettari e presto il sistema dovrebbe ingrandirsi includendo nuovi e preziosi territori.

Alcune compagnie internazionali hanno adottato degli standard di sostenibilità riducendo la deforestazione e l’impatto delle loro produzioni in Amazzonia.

La comunità civile di diversi paesi si sta mobilitando per contribuire a proteggere la foresta amazzonica e chiedere ai loro governi di ridurre gli impatti diretti e indiretti.

Alcuni grandi progetti di sfruttamento idroelettrico sono stati fermati e altri saranno realizzati rispettando criteri di sostenibilità la biodiversità del territorio.

Molte comunità locali sono più consapevoli del valore delle loro foreste e della biodiversità che accolgono e sono diventati attori cruciali nella loro conservazione.

Vengono promossi e distribuiti in tutto il mondo legni proveniente da foreste in Amazzonia gestite in modo sostenibile (certificazione FSC)

Molte specie di animali e di piante prima sconosciute sono oggi state classificate e difese per il bene delle comunità locali e del pianeta.

L’Amazzonia è ufficialmente riconosciuta in molti contesti politici e governativi come un ecosistema cruciale per la protezione de clima e la riduzione del cambiamento climatico e il futuro del Pianeta.

Uno dei nuovi obiettivi che il WWF pone e ci chiede di sostenere è il progetto Putumayo Tres Fronteras che si rivolge a centinaia di famiglie, comunità, istituzioni che vivono e operano nei territori amazzonici.

In particolare, è necessario sostegno per tre principali attività.

L’aumento della superficie di aree protette.

La messa a disposizione di sistemi di produzione alternativa per le comunità locali, per esempio la coltivazione di cacao e caffè con criteri ecosostenibili, così da tenere in contro componenti ambientali e nutrizionali oltre che economiche.

L’aumento della vigilanza delle aree protette e il miglioramento degli strumenti per censire specie animali e raccogliere dati.

Se l’Amazzonia scompare, scompare anche il nostro futuro, doniamo adesso!

tifo_amazzonia2

 

Foto copertina: WWF