In estate ci si “scopre”.

Purtroppo, per molti di noi, in tutti i sensi.

Il lato tamarro per mesi latente, mimetizzato e nascosto sotto cappotti e maglioni emerge con il primo raggio di sole.

Complice la pelle dorata, la voglia di apparire e di sfoggiare un “look” perfetto (che avendo solo uno “strato” da sfoggiare diventa meno complesso da studiare) spiaggie, strade e ovunque intorno a noi è ad alto rischio di “tamarreide” acuta.

Combattiamo tutti insieme contro qualsiasi istinto ego-cafonal nostro o altrui.

Quest’estate liberiamoci soprattutto dal fluo, dalle borchie e dal “camuflage” che non non se ne può più.

Onde evitare, quindi, di essere additato come “tipo da spiaggia” non per il nostro fisico, né tanto meno per essere “belli belli in modo assurdo” ma unicamente per il modo imbarazzate in cui ci siamo vestiti, ecco una mini guida dei capi e accessori da evitare (come la peste) in estate:

– cavigliera;

– anelli a i piedi;

– “pance”da esibire se proprio non abbiamo un ventre piatto;

– sandali troppo piccoli. (Non acquistiamo scarpe solo per il puro gusto di possederle o perché sono un affare: le dita dei piedi che fuoriescono dalla scarpa sono uno scempio);

– piedi non curati con lo smalto rovinato (per rimuoverlo non ci si impiega più di 5 minuti. Non avete giustificazioni);

– topless (che fa molto Ibiza anni 90 ma i ricordi sono ricordi).

Se le donne sono fissate con la moda e il loro aspetto, vogliamo parlare tutti insieme degli uomini e dei loro scivoloni estivi?

Nel dubbio, meglio evitare:

– Pantaloni a “pinocchietto”, ovvero quelli che arrivano a metà polpaccio. Non donano, non valorizzano e non servono nemmeno a sentirsi “più freschi” con quella mezza misura: eliminiamoli;

– Ciabatte al di fuori della spiaggia (o del percorso per arrivarci). Fa molto “wannabe” Mitch Buchannon e per rimanere attaccati ai ricordi delle estati che furono;

– Il borsello (a meno che non siamo postini o controllori);

– Sabot: non donano alle donne dandole una camminata sgraziata. Per non parlare dell’estetica altamente discutibile. Figuriamoci su uomo!;

– La canotta: non vi sono bastate, per dissuadervi, tutte le caricature comiche fatte, piuttosto che le critiche discutibili su personaggi politici?

Infine gli abbinamenti.
Quello sta a voi e alla vostra ispirazione del momento.
E a quel “horror vacui” che la moda ultimamente ci sta dando.
Sdoganando apparentemente tutto e di più.
Occhio ai colpi di sole prima davanti al vostro armadio prima di vestirvi…