Prendere il caffè a casa è un momento davvero speciale, ma lo sapevate che anche questo piccolo gesto di accoglienza ha le sue piccole regole di gentilezza?

Stile nel servire

Sarete proprio voi che state ospitando a dover servire il caffè ai vostri ospiti. Se vorrete essere perfetti, ricordatevi di porgerlo seguendo il classico ordine delle precedenze: prima le signore, iniziando dalla più grande, poi i signori nello stesso ordine. Una volta offerta la tazzina non dimenticatevi di chiedere al vostro ospite se desidera lo zucchero e in che quantità, perché anche questo compito sarà delegato a voi. Il padrone di casa si servirà per ultimo.

 

Equilibrismo bon ton

Il galateo prescriverebbe di mantenere a destra (non è pensato per i mancini purtroppo!) sia il manico della tazzina che il cucchiaino con il quale mescolare lo zucchero. Io per comodità consiglio di appoggiare il cucchiaino dalla parte opposta rispetto al manico, in modo da poterlo eventualmente fermare con il pollice nel caso foste in piedi e temeste il capitombolo rovinoso della posata.

Mescolate quindi dal basso verso l’alto, non girando la posata come un frullatore. Infine appoggiate il cucchiaino sul piattino. Ora siete pronti per bervi il caffè.

 

I vietatissimi:

1) Servirsi dello zucchero con il proprio cucchiaino (utilizzare l’apposita posatina di servizio!).

2) Mettere in bocca il cucchiaino dopo averlo girato nel caffè.

3) Lasciare il cucchiaino nella tazzina dopo aver terminato di bere.

 

Troppo complicato? Allora ricordate che:

secondo il galateo della tavola il caffè si serve (e si chiede) una volta soltanto e non andrebbe mai corretto con superalcolici. Se siete coffee addicted quindi chiedetelo lungo!

 

Come bere il caffè from Paper Project on Vimeo.