Aprile è la stagione della semine nella Repubblica Centrafricana (Central African Republic, CAR), ma il rischio è che la popolazione sia costretta a mangiare le sementi per sopravvivere, anziché piantarle.

Il Paese sta affrontando una crisi alimentare che peggiora ogni giorno di più in seguito alla guerra civile. Per questo il Programma Alimentare Mondiale dell’Onu (WFP) lancia la campagna La Repubblica Centrafricana non può aspettare, CAR Can’tWait.

Occorre far arrivare subito cibo alle famiglie, perché i campi vengano coltivati e sia garantito il raccolto, dato che le scorte di cibo sono terminate e i finanziamenti per gli aiuti in via di esaurimento, anche a causa delle crisi In Siria e in Sud Sudan che assorbono enormi risorse.

Si stima che almeno 2,6 milioni di persone nel Paese abbiano attualmente bisogno di assistenza, anzitutto per il cibo.

Per sopperire alla carenza di fondi necessari a portare avanti le operazioni di risposta all’emergenza, il Programma Alimentare Mondiale chiede sostegno. Chi di voi può donare, trova qui le informazioni.

banner

Twitter

@WFP

#CARCantWait

#CARCrisis

 

Facebook

Crediti immagini: WFP/Alexis Masciarelli e WFP/Melissa Chemam