Con quasi quarant’anni di ricerca alle spalle, conosciamo profondamente la bellezza. Sappiamo come accudirla in tutte le sue molteplici espressioni. E sappiamo che ha un colore. Il Blu.

Che il Blu sia un colore fondamentale per Bioline, azienda italianissima di cui vi abbiamo parlato diffusamente nelle settimane precedenti, è abbastanza evidente: fin dall’ingresso i toni rilassanti e rassicuranti di questo colore fanno sentire la propria presenza dominante, trasportandoci in una dimensione profonda e pura. Dopo tutto non è un caso se il blu è anche il colore del cielo, del mare, dell’aria e dell’acqua. 

Bioline-Jatò_blubeauty

Il nuovo payoff mi ha subito conquistata “Noi siamo Blu, perché la bellezza che custodiamo è blu. BluBeauty. Vera e genuina forza della natura, profonda e pura poesia della natura. Noi siamo Blu, perché sappiamo accarezzare il corpo come fa il vento, nutrirlo, purificarlo e modellarlo come fa l’acqua, illuminarlo come sa fare l’aria”.  Ed ecco che i quattro elementi che costituiscono il nostro mondo irrompono prepotentemente facendo sentire la propria presenza, quasi a rimarcare l’importanza della territorialità, del legame col territorio in cui è nata l’azienda che più italiana di così si muore. Proprio questa rivendicazione segna l’anno della svolta per Bioline: nel 2015, infatti, il nome Bioline Jatò diventa “Bioline Jatò Italian Research and Beauty” per rimarcare il concetto di famiglia, perché “noi siamo italiani e ne siamo fieri.”

Con questa promessa di bellezza e questa orgogliosa dichiarazione di appartenenza alla propria terra di origine inizia la nostra chiacchierata in compagnia di Jacopo Corradini, il figlio minore di Clara Macchiella Corradini, cuore e anima della società, fondatrice insieme al marito Marco di Bioline.   

Bioline-Jatò_blumethod

1. Il 2015 segna l’anno della svolta: Bioline, dopo ben 36 anni, cambia volto all’insegna del rinnovamento, ma sempre con un occhio di riguardo nei confronti del passato. Qual è stata la molla che ha dato il via a questo processo di rinnovamento.

Per quanto riguarda il logo e la scritta Bioline Jatò il cambiamento è stato graduale: dalla semplice scritta Bioline si è passati a Bioline Jatò (l’acronimo Jatò, deriva dai nomi dei figli Jacopo e Tommaso, ndr), poi a Bioline Jatò Reasearch and Beauty e, infine, a Bioline Jatò Italian Reasearch and Beauty. Il vero cambiamento, la vera spinta a un profondo rinnovamento è stata raggiunta con l’entrata in azienda mia e di mio fratello, unita alla necessità di infondere al marchio una vera riconoscibilità all’interno di un mercato sì di nicchia, ma profondamente competitivo e internazionale. Da qui la volontà di trasmettere un messaggio forte, una presa di posizione dettata dalla necessità di distinguersi e di essere originali, oltre a voler sempre rimarcare il concetto di territorialità.

2. Bioline si tinge di blu, un colore da sempre parte della storia dell’azienda e che va a contaminare anche il lessico del brand. Ci può raccontare il significato di ciascun neologismo? 

Blu è il colore del cielo e del mare, che esprime purezza, sicurezza e serenità. Purezza perché da sempre Bioline lavora con i principi attivi più puri che si trovano in Natura; Sicurezza perché è uno dei valori condivisi dalla filiera di produzione, dall’attività di ricerca e sviluppo, ai test di sicurezza ed efficacia condotti in azienda, alla sensazione che devono trasmettere le professioniste Bioline; Serenità è quel sentimento di pace interiore con cui ogni donna e ogni uomo deve affidare la propria salute e bellezza all’esperienza Bioline. Per questa ragione Blu non è solo un colore, ma un vero e proprio valore che ha dato il via alla creazione di un vero e proprio vocabolario della Bellezza (BluBeauty). E così nascono BluMethod (la formazione, il metodo con cui sono formate le professioniste Bioline), BluTouch (il tocco unico e irreplicabile dell’estetista formata dalla scuola, il tocco della persona sicura di ciò che fa e di quello che sta applicando), BluWorld (il mondo dei prodotti Bioline). Il blu è un colore con cui creare un nuovo immaginario e il risultato è una strategia di comunicazione, un’illustrazione brillante e viva che trae ispirazione dal mondo dell’arte, oltre che dalla Natura e alla scienza. Sì, perché anche la texture è una creazione originale, ideata appositamente per Bioline e costituita da tante piccole forme geometriche: una piccola foresta animata e vitale che fa star bene le persone.

3. Come hanno recepito le novità le professioniste del settore?

 Il concetto è stato presentato a giugno ai distributori e a settembre alle estetiste straniere. Devo dire che la risposta è stata decisamente positiva e la nuova immagine aziendale è stata recepita con entusiasmo dalle estetiste e dalle professioniste del settore. Ognuna di loro si è identificata in questo mondo e si è riconosciuta nel messaggio e nei valori di cui Bioline si fa portavoce in tutto il mondo. Negli anni abbiamo costruito solide e durature relazioni con i nostri distributori e collaboratori creando un’articolata rete che ci unisce, nonostante le differenze culturali e linguistiche. Ed è proprio grazie a questa rete di rapporti professionali e relazioni umane che Bioline è diventata una tra le realtà più dinamiche e competitive nel panorama dell’estetica professionale internazionale. E la strada davanti a noi è ancora lunga ed elettrizzante!

4. L’innovazione è alla base della vostra strategia aziendale, quali sono i prodotti su cui punterete quest’anno?

Fiore all’occhiello di questa stagione è la linea Linea +, che si articola in 4 trattamenti specifici, Aqua+, Pura+, Dolce+ e Vita+, in grado di correggere i 4 principali inestetismi della pelle a seconda delle stagioni e delle abitudini di vita. Linea+ va a sostituire la linea Vintage 79 e, in ogni percorso, Bioline ha mantenuto un principio attivo che caratterizzava la linea precedente, ma integrato con elementi di ultima generazione. Un nome nato nel giro di una notte per volere della Signora Clara, a testimoniare una ricerca costante di idratazione, come solo l’acqua può dare.  Ancora una volta la Natura del Trentino, uno dei luoghi più puliti e naturali d’Italia, ritorna come fonte di ispirazione della nostra vita. E’ questo il nucleo più vero della nostra storia: proprio nella bellezza speciale di questa potente natura trentina abbiamo trovato tutto ciò di cui avevamo bisogno per prenderci cura di una bellezza altrettanto preziosa.