Ci sono ancora tante idee sbagliate sulla sterilizzazione dei gatti. Molti pensano che sia una “cattiveria” imposta da noi umani a danno dei poveri gatti, con l’idea che la sterilizzazione serva soltanto per non far fare la pipì in casa ai maschietti o per non far miagolare di notte le gatte. In realtà non è proprio così.

Ne ho parlato con una mia amica veterinaria, la dott.ssa Agnese Lomanto dell’Ambulatorio Vetrinario di Galciana (Prato) e siamo arrivate a cinque buoni motivi per far sterilizzare i nostri gatti, che niente hanno a che vedere con l’egoismo né tantomeno con la cattiveria umana. Ecco i cinque motivi:

1. Annullare tutte le patologie indotte dalle tempeste ormonali che avvengono tutte le volte che arriva il calore.
2. Diminuire drasticamente il rischio di contagio di malattie infettive, come la leucemia e l’aids felino, e tutte le ferite da morso in seguito agli episodi di accoppiamento.

veterinario-gatto
3. Combattere il randagismo. Infatti è inutile pensare di mettere al mondo altri micetti quando ce ne sono già tanti che combattono ogni giorno per sopravvivere in strada o sono rinchiusi nei gattili.
4. Diminuire l’istinto a esplorare il territorio, e questo vuol dire che tutti i rischi ambientali vengono ridotti (come ad esempio finire sotto una macchina).
5. Far sparire la smania da riproduzione che prende i felini durante il calore e che tende ad agitare moltissimo sia i maschi sia le femmine, creando uno stato di disagio e malessere generalizzato.

Fidatevi, sterilizzarli è un atto di responsibilità e di amore.