1) NO AI COMMENTI SULLA PANCIA

Che vi sembri a punta, larga, stretta, alta, bassa, grossa, piccola… tenete a freno la lingua. Ricordate: qualsiasi aggettivo potrebbe essere foriero di ansia a mille (e quindi usato contro di voi), perché anche solo l’idea che la temporanea silhouette, già di per se stessa difficile da portare a spasso, sia semplicemente “diversa” da un’ipotetica normalità, rischia di scatenare l’ira funesta della futura mammina. E voi non volete questo, no no!

 

Parlare a una donna incinta

 

2) ABOLIRE I COMMENTI BANALI

Pregasi cancellare dalla faccia della terra frasi del tipo: “dal tuo viso si capisce che è senz’altro femmina, d’altronde si sa che le femmine rubano la bellezza alla mamma, no?”.

“Sei incinta? Che bello, allora puoi mangiare per due!”.

“Devi evitare il prezzemolo, la tinta, il vino, i gatti, il sesso…”

“Ne vuoi subito un altro?”

“Dopo questa bella femminuccia devi proprio fare il maschietto”… Orrore!!

 

donna incinta mangiare per due

 

3) DEL PESO NON S’HA DA PARLARE

Espressioni come “sei enorme, che panciona!” oppure “quanti chili hai preso?” o anche “non sei troppo magra per aspettare un bambino? “Ma mangi?” sono perfette per veder passare sul volto della gestante tutti i colori dell’arcobaleno più vicini al “viola-livido-rabbia”. Se, normalmente, il bon ton prescrive di astenersi da tale argomento, l’avanzato stato di gravidanza impone decisamente di rifuggerne.

 

4) MAI DISCORRERE DI COME SARA’ IL PARTO

Siamo impazziti? Il fatto che noi (rivolto alle girls ovviamente!) o qualcuno che conosciamo (amica, sorella, cugina, collega, vicina di casa, fruttivendola, parrucchiera) abbia vissuto questa particolarissima esperienza non dovrebbe mai, mai, mai darci il là per iniziare questo tipo di discorso.

Dare alla luce un pupo è senza dubbio una delle considerazioni più inquietanti per le puerpere, ascoltare l’amica che chiacchiera di immani sofferenze (“ma poi però te le dimentichi subito”) o, al contrario, di quanto facile e veloce sia stato il SUO parto, ha normalmente l’effetto devastante di una tromba d’aria su una distesa di piume, ovvero: pensieri in libertà. E su argomenti di questo genere, a volte, non è propriamente un bene…

 

Cose da non dire a una donna in dolce attesa

 

5) ACCENNARE A COME CAMBIERÀ LA VITA DOPO IL PARTO? NON SCHERZIAMO!

È un classico: “Dormi adesso perché dopo non potrai piú”. Al solo pensiero delle notti da trascorrere insonni a vegliare il pupetto, molte neo madri potrebbero rischiare il tracollo psicofisico, raggiungendo “Defcon 4”. Se poi ci aggiungiamo un bellissimo “la vita di coppia non sarà più la stessa”, lo sgancio della bomba al neutrone al vostro indirizzo è praticamente segnata.

 

Insomma, ma a una donna in dolce attesa non si può dire proprio niente? Sí invece, sempre tenendo presente che gli ormoni impazziti che vagolano per il suo corpo potrebbero decidere di ballare la Rumba proprio in quel preciso istante.

LA SOLUZIONE É:

lasciar parlare lei e farle solo complimenti sinceri.