Il 17 febbraio è una giornata cult per ogni gattara che si rispetti, essendo la Giornata Internazionale del Gatto.

In pratica è una giornata in cui si festeggiano i nostri amici felini, una scusa in più per parlarne, fotografarli, ammirarli. Insomma, una vera e propria festa per celebrarli al meglio proprio come facevano ogni giorno gli antichi Egizi.

Questa giornata ufficiale è stata istituita più di vent’anni fa e, da allora, ogni 17 febbraio molte città italiane organizzano degli eventi e delle iniziative a tema felino.

Ma perchè proprio il 17 febbraio?

Non è una data casuale.

Febbraio è il mese del segno zodiacale dell’Acquario, caratteristico degli spiriti liberi ed anticonformisti (e non mi dite che il gatto non lo è). Il numero 17 è da sempre nella nostra tradizione collegato alla sfiga e alla sfortuna, cosa che lo accomuna purtroppo al destino di molti gatti (soprattutto neri).

Ma le analogie non son finite qui. L’anagramma del numero romano 17, ovvero XVII, è VIXI, che in latino significa “sono vissuto” (ovvero sono vissuto 7 volte, richiamando la leggenda delle sette vite dei gatti). Sotto questa prospettiva di lettura il numero 17 può diventare “1 vita per 7 volte”.

Insomma, una data piena di magia. Così come il gatto in fondo.

E questo 17 febbraio 2014 come festeggiarlo al meglio?

A Milano è stata organizzata al Museo del Manifesto Cinematografico una mostra originale dedicata a tutti gattofili cinefili, dal titolo “Miao, si gira!”. Saranno esposti 100 manifesti in cui il gatto compare come protagonista o comparsa di film cinematografici, da Colazione da Tiffany agli Aristogatti.

miao_si_gira

A Parma si svolgerà invece il Cat Pride, ovvero un incontro di informazione scientifica e di conversazione sui gatti, aperto a tutta la popolazione che si svolgerà alla Barchessa del Podere Bizzozzero, dalle 21 in poi. Interveranno psicologi, medici veterinari, deputati e tante altre personalità diverse. Il tema che unisce sarà solo uno: avrà la coda e farà miao.

A Firenze, presso Le Murate, si terranno alcune proiezioni di film a tema felino e, per l’occasione, una raccolta di cibo per i gatti più sfortunati (quelli che una casa, una cuccia e una ciotola con la pappa non ce l’hanno).

E ad Empoli (a due passi da Firenze) l’associazione Aristogatti, che gestisce il gattile della città, ha organizzato la “Festa del Gatto Randagio”, che avrà però luogo domenica 16 febbraio. Durante il pomeriggio si terrà una simpatica mostra felina dove la fanno da padrone i gatti bastardini, mentre i gatti di razza potranno partecipare solo come “categoria speciale”. Sono inoltre previsti stand gastronomici e di oggettistica.

festagattorandagio

Sempre domenica si svolgerà a Torino un flash mob (cat-style ovviamente). L’appuntamento è alle ore 16,00 in via Amendola 6, proprio davanti a quella che sarà la sede del primo Neko cafè italiano il MiaGola Caffè. L’apertura è prevista per marzo e solo allora potremo conoscere i 6 gatti salvati dal gattile che il locale ospiterà. Ma intanto è giusto celebrare questa giornata speciale. E per tutti coloro che vogliono sostenere l’iniziativa del Neko cafè si potrà partecipare anche con piccole donazioni fino al 26 febbraio attraverso una campagna di crowfunding.